Arcetana in pista anche nella Coppa Italia – Memorial Maurizio Minetti: il 7 settembre la sfida a eliminazione diretta sul campo del neo promosso Boretto.

Monti: “Una competizione a cui teniamo moltissimo, e per giunta si tratta di un’ottima vetrina per noi giocatori più giovani. Sono molto carico fin da ora, specie considerando che il mio ingresso in Prima squadra non era affatto scontato: la nostra Juniores dello scorso anno era infatti ricchissima di talenti”

Arceto, 10 agosto 2022 – Dopo il calendario del campionato di Eccellenza, diramato la scorsa settimana, la Figc regionale ha reso noti anche gli abbinamenti che riguardano il 1° turno del Memorial “Maurizio Minetti”: in buona sostanza si tratta della Coppa Italia di Eccellenza e Promozione, che si articolerà su gare secche a eliminazione diretta seguendo la regola già applicata durante la scorsa stagione. Per quanto riguarda il turno inaugurale, le formazioni di Eccellenza sono state inserite in macro aree separate rispetto a quelle di Promozione: di conseguenza, il programma della prima fase prevede solo confronti tra realtà di pari categoria. Gli organici di Eccellenza scenderanno in campo mercoledì 7 settembre, con fischio d’inizio fissato alle ore 20,30: nell’occasione l’Arcetana allenata da Pierfrancesco Pivetti sarà di scena al “Saccani” di Boretto, per affrontare i biancoazzurri rivieraschi guidati da mister Marco Iotti. 

In caso di parità al termine dei 90 minuti, niente tempi supplementari: si procederà direttamente alla sequenza dei calci di rigore. La formazione vincitrice acquisirà la certezza di accedere alla seconda fase, prevista per mercoledì 21 settembre: al tempo stesso, la sconfitta potrebbe non tagliare fuori del tutto. Tra tutte le compagini perdenti al primo turno, verranno infatti effettuati 4 ripescaggi: 2 in Eccellenza e altrettanti in Promozione. In questo caso, la priorità nella scelta delle squadre riammesse sarà data alle formazioni perdenti dopo i rigori: il secondo criterio in ordine d’importanza è quello della differenza reti al termine dei tempi regolamentari, mentre il terzo prevede un semplice sorteggio da parte della Figc regionale. 

“La Coppa Italia – Memorial Minetti è una competizione a cui teniamo molto, e non è certo una frase fatta – sottolinea il centrocampista biancoverde Federico Monti, classe 2004 – Si tratta inoltre di una ribalta davvero significativa, soprattutto per quanto riguarda noi giocatori più giovani: spesso in Coppa possiamo infatti usufruire di larghi spazi, e fare bene può aprire gli spiragli giusti per guadagnare sempre più minutaggio in campionato. Di conseguenza, io spero proprio che il nostro cammino all’interno del tabellone non si esaurisca con il 1° turno: peraltro nel recente passato l’Arcetana ha raccolto ben poche gratificazioni nel contesto della Coppa, ma adesso abbiamo una grandiosa occasione per smentire in modo chiaro e convincente questa tradizione sfavorevole”. 

Monti si sofferma poi sugli avversari del 7 settembre prossimo:

“Io non ho mai paura nell’affrontare realtà competitive e ben strutturate – sottolinea il giocatore – Nella mia visione ogni partita rappresenta infatti un’ottima opportunità per piazzare ulteriori miglioramenti, sia a livello di squadra sia in ambito individuale. Sulla carta il Boretto non figura tra le aspiranti a un ruolo di alta classifica, ma guai a peccare di sottovalutazione: stiamo infatti parlando di una squadra comunque frizzante e per tanti versi innovativa, che per giunta viaggerà ancora sulle ali dell’entusiasmo legato alla straordinaria promozione conquistata la scorsa primavera. Saremo quindi confrontati con un impegno severo, che sarà tutto fuorchè una passeggiata: d’altro canto credo proprio che ci faremo trovare all’altezza della situazione, inseguendo la qualificazione al turno successivo con tenacia e qualità”.

Federico Monti è stato inserito nella rosa della Prima squadra dopo l’ottimo percorso portato avanti nel 2021/22: durante la scorsa annata lui è stato tra i principali protagonisti dell’Arcetana Juniores, che ha ottenuto il 3° posto regionale e l’ascesa nella categoria Elite sotto la guida di mister Roberto Cavalletti.

“In tutta sincerità, speravo davvero di poter entrare in pianta stabile nel nostro organico di Eccellenza – evidenzia il centrocampista – Tuttavia, nulla poteva dirsi scontato fino alla comunicazione ufficiale del ds Chiarabini. La Juniores da cui provengo comprendeva infatti tantissimi elementi di valore, e quindi da parte dello staff c’era soltanto l’imbarazzo della scelta: in più sono felice di ritrovare Samuel De Martino, anche lui promosso nella compagine di Eccellenza. A livello personale, sono davvero carico ed entusiasta per questa nuova esperienza che mi attende: ho accumulato qualche gettone in Prima squadra già lo scorso anno, e adesso la prospettiva di poterne inanellare altri non fa che rendere ancora più elevata la mia carica motivazionale. Al momento, non devo fronteggiare problemi legati agli infortuni: sono quindi proiettato con grande fiducia sul raduno ufficiale, previsto per martedì prossimo 16 agosto in via Caraffa”.

Prima della Coppa, l’Arcetana affronterà due turni di campionato: il 28 agosto in casa contro la Virtus Castelfranco, poi il 4 settembre nel Bolognese sul campo dell’Anzolavino.

“Agenda effettivamente molto ricca – osserva Federico Monti – Nelle categorie al di sotto della serie D, credo proprio che 38 turni rappresentino un record storico: d’altro canto, non abbiamo motivi per spaventarcene. Più si gioca, più avremo occasioni per mostrare quanto valiamo: ora non è certo il tempo di abbondare con le previsioni altisonanti, ma io credo comunque che quest’Arcetana possa ambire a un ruolo niente affatto trascurabile. Anche se il nostro organico è in buona parte rinnovato rispetto alla scorsa stagione, io conosco già molti dei miei attuali compagni di squadra: scorgo fin da ora le condizioni giuste per ritagliarci il ruolo di squadra-rivelazione all’interno del gruppo A”.