Martinelli, preparatore dei portieri: “Molto felice di essere tornato, per me si è trattato di una gradita sorpresa. I nostri guardiani hanno ottime e meritate credenziali”

Arceto, 12 luglio 2022 – Durante la serata di presentazione che ha festeggiato la Prima squadra dell’Arcetana 2022/23, non potevano certo mancare gli interventi dei componenti dello staff tecnico. Una gradita sorpresa è il ritorno ad Arceto di Massimo Martinelli

“Non mi aspettavo proprio di fare ritorno all’Arcetana dopo anni, ma ora sono davvero felicissimo per essere di nuovo nella famiglia biancoverde – ha quindi affermato Massimo Martinelli, nuovo allenatore dei portieri – Nella fattispecie, io ho giocato qui per cinque stagioni dal 2005 fino al 2010: i ricordi gratificanti legati a quel periodo sono senza dubbio numerosi, a cominciare dall’ascesa in Eccellenza conquistata nella primavera 2008. Adesso io abito qui ad Arceto da ormai un anno, e quindi non potrei proprio chiedere di meglio: l’Arcetana mi dà infatti la possibilità di lavorare all’interno di una realtà prestigiosa e ben strutturata, tutto ciò praticamente senza muovermi da casa. Tra i motivi che mi hanno portato a cogliere di slancio l’opportunità biancoverde, c’è poi la prospettiva di lavorare con mister Pivetti: anni fa lui è stato mio allenatore quando vestivo la maglia della Solierese, e dunque so bene quanta qualità ci sia nel suo modo di interpretare il calcio”.

Martinelli ha inoltre speso qualche irrinunciabile parola sugli attuali portieri dell’Arcetana, ossia Daniele Giaroli e Jacopo Burani:

“Sono due guardiani di prim’ordine, e ritengo che entrambi rappresentino un visibile valore aggiunto per l’intero gruppo. Peraltro, in passato ho avuto modo di giocare proprio contro Giaroli: ricordo bene che fargli gol era un’autentica impresa per qualsiasi tiratore, e si tratta di una reputazione che Daniele ha saputo confermare in pieno anche nella scorsa annata”.