“Lungi da me l’intenzione di gettare la croce addosso a Predelli, perchè sarebbe del tutto fuori luogo – commenta a fine gara Paolo Vinceti, trainer dell’Arcetana – Un rigore sbagliato ci sta, perchè è un inghippo che nel gioco del calcio può sempre capitare: piuttosto, la nostra sconfitta nasce da tutto ciò che non siamo riusciti a sviluppare prima di quell’episodio. Se fossimo riusciti a pareggiare, ritengo che nessuno avrebbe gridato allo scandalo: al tempo stesso la vittoria del Felino è comunque un risultato giusto, perchè oggi i rossoblù parmensi si sono dimostrati più bravi e in palla rispetto a noi. La formazione di Rossi ha disputato una partita di apprezzabile qualità, proprio come mi aspettavo – rimarca Vinceti – D’altro canto noi non dobbiamo far risuonare eccessivi campanelli d’allarme, perchè in fin dei conti siamo soltanto alla prima partita di un campionato per tanti versi insolito e particolare. Di certo avremo molti spunti su cui lavorare in vista della trasferta di domenica prossima, sul terreno della Fidentina”.